<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1044202356354501&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Pavimenti esterni in pietra sono resistenti al peso?

Prima di immergerci nella scelta dei pavimenti per esterni, bisogna fare una premessa dovuta: per ottenere un pavimento impeccabile e che duri nel tempo, bisogna prestare attenzione al sottofondo, esistente o nuovo che sia. Il fondo di posa su quale si andrà a posare in opera il pavimento dovrà essere preparato in maniera corretta per garantire un ottimo risultato nel tempo, sia da un punto di vista tecnico che estetico.

Ora, i pavimenti esterni in pietra sono resistenti al peso?

Fatta la debita premessa legata al fondo, nella scelta dei pavimenti per esterni c'è un fattore da considerare: la resistenza ai carichi. Non tutti i materiali sono in grado di resistere al peso senza creare problemi nel tempo e la pietra naturale è uno di questi.

Esteticamente bella da vedere, i pavimenti in pietra naturale creano un effetto nel contempo rustico ed elegante, ideale per valorizzare un giardino, un un porticato o qualsiasi ambiente esterno.  Va da sé che le pietre di origine vulcanica (tipo porfido o granito) offrano in linea di massima maggiore resistenza rispetto alle pietre sedimentarie (tipo marmo o quarzite). Ma sono davvero la scelta migliore?

Dimmi dove metti le mattonelle e ti dirò quale materiale usare

Se devi realizzare un pavimento in pietra per il vialetto della tua abitazione, hai bisogno di pavimenti molto resistenti, caratterizzati da spessori elevati e capaci di sopportare l'eventuale transito di veicoli.

Diversamente, se vuoi posare delle piastrelle attorno alla piscina oppure creare una sorta di percorso pedonale nel giardino, la superficie del materiale dovrà essere drenante e non scivolosa, oltre che bella esteticamente.

In generale, per scegliere il pavimento per esterni più adatto ci sono alcuni aspetti da valutare:

  1. Impermeabilità e ingelività (o resistenza al gelo): i pavimenti esterni, anche se possono assorbire acqua in piccolissime quantità, in caso di gelate questa potrebbe solidificarsi e provocare fessurazioni e crepe; l'assorbenza è quasi nulla nelle pietre vulcaniche e trascurabile in quasi tutte le pietre sedimentarie.
  2. Resistenza alle intemperie: oltre al gelo, le pavimentazioni esterne devono resistere agli agenti atmosferici, agli sbalzi di temperatura e ai raggi UV, per non alterarsi nel tempo, le pietre naturali in quanto tali hanno la caratteristica di avere lievi variazioni fisiologiche nel tempo e questo le rende pavimentazioni letteralmente vive e preziose.
  3. Durezza e robustezza: soprattutto se carrabili, i pavimenti per esterno devono poter sopportare il peso di uno o più veicoli in transito o in sosta.
  4. Bassa scivolosità: le piastrelle per vialetti, cortili e bordo piscina devono avere una caratteristica tale da limitare al massimo lo scivolamento in caso di agenti atmosferici oppure occasionali.

Caratteristiche delle pavimentazioni esterne in pietra

Per pavimentare le aree esterne si possono utilizzare marmo, porfido, quarzite o granito, materiali che sanno donare all'ambiente un aspetto rustico e naturale.  La pietra è un materiale biocompatibile, riciclabile ed estremamente durevole, che si presta bene ai più diversi utilizzi. Resiste all'usura, al gelo e alle intemperie, è indicata per realizzare pavimenti esterni carrabili, in quanto resiste ai carichi e alle sollecitazioni. Ha quindi tutte le carte in regola per essere utilizzata come pavimento per esterni. Tuttavia, trattandosi di un materiale naturale necessita di periodiche manutenzioni e trattamenti che ne assicurino la massima stabilità e longevità oltre ad un'aspetto estetico sempre ottimale.

Per fortuna esiste in commercio un materiale che assomiglia molto alla pietra, non solo dal punto di vista estetico ma anche per quanto riguarda le prestazioni, anzi le supera.

Gres porcellanato effetto pietra: l'alternativa ideale per i pavimenti esterni

Pressoché totalmente impermeabile e inassorbente, resistente al gelo, agli acidi e a qualsiasi agente atmosferico, il gres porcellanato non ha bisogno di particolari manutenzioni e ed è molto versatile, in quanto disponibile in diversi formati, colori e finiture.

Ideale per la pavimentazione di terrazze, balconi, dehor e angoli di giardino, oggi trova grande applicazione anche come pavimentazione per esterni carrabili. Le piastrelle in gres ad alto spessore sono infatti ottime per assicurare massima resistenza al passaggio dei veicoli. 

E dal punto di vista estetico?

Grazie al sapiente utilizzo delle tecnologie digitali è possibile ottenere sulla superficie del gres una riproduzione pressoché perfetta della pietra naturale, andando a replicare dettagli e tratti grafici che conferiscono al prodotto unicità e bellezza. Si parla, infatti, di gres effetto pietra non solo perché le prestazioni sono equiparabili a quelle di una piastrella in pietra naturale, ma anche perché l’aspetto esteriore richiama in tutto e per tutto questo materiale.

 foto collezione Tufi, SAVOIA

 foto collezione Italian Stones, SAVOIA

 foto collezione Travertina, SAVOIA

Vuoi sapere cosa abbinare a un pavimento per esterni in pietra o gres? Scarica la nostra guida: è gratis e contiene spunti utili per scegliere materiali, forme e colori più adatti per pavimenti e rivestimenti.

scarica la guida

foto in evidenza collezione Tufi, SAVOIA

Scritto da Enea Saladini

L’esperienza e la conoscenza tecnica dei prodotti mi contraddistinguono. Faccio parte dell’organizzazione SILLA dal 1999, occupandomi del settore il settore dei pavimenti e rivestimenti. Ma il mio cavallo di battaglia sono le pavimentazioni per esterno, con predilezione per autobloccanti, lastre in cemento, pavimentazioni in composito (WPC), pvc ed affini.

È stato interessante? Lasciaci un commento

Iscriviti
al nostro Blog!