<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=1044202356354501&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Ristrutturazione mansarda quanto costa e quali permessi servono

Hai un sottotetto che usi come soffitta e deposito? Vorresti trasformarlo in uno spazio abitabile, confortevole e accogliente? In questo articolo ti diciamo tutto quello che c'è da sapere sulla ristrutturazione della mansarda: quanto costa, quali sono gli interventi indispensabili e quando servono i permessi.

INDICE DEI CONTENUTI:

 

Che differenza c'è tra soffitta e mansarda

Anziché di soffitta e mansarda, è più corretto parlare di immobili abitabili (ad esempio con categoria catastale A/2, cioè "abitazioni di tipo civile") e immobili non abitabili (con categoria catastale C/2, tipo magazzini o locali di deposito).

Per semplificare, possiamo dire che la soffitta è un locale posto all’ultimo piano, normalmente di categoria catastale C/2 e quindi non abitabile, mentre la mansarda è uno spazio, posto anch'esso nel sottotetto, ma con categoria catastale A/2, quindi abitabile. 

Attenzione, però: quella che tu chiami mansarda potrebbe non possedere i requisiti né le certificazioni di abitabilità e agibilità. E quindi necessitare di una ristrutturazione, per poter essere utilizzata come spazio abitabile, ad esempio come studio/ufficio o come sala per gli hobby.

sala-hobby-tetto-mansardato

In questo caso ti serviranno anche dei permessi particolari, perché tutti gli interventi che comprendono la trasformazione di un sottotetto in un ambiente abitabile (cioè la modifica della destinazione d'uso) necessitano dell'apertura di una SCIA. Continua a leggere per sapere cosa devi fare esattamente.

 

Ristrutturazione mansarda: requisiti per l'abitabilità

Esistono dei requisiti minimi perché un sottotetto possa definirsi "abitabile".

  • Altezza minima dal pavimento: l’altezza minima tra piano di calpestio e soffitto deve essere di 2,70 ml. per gli ambienti vivibili (cucina, soggiorno, camere) e di 2,40 ml. per i locali di servizio (disimpegni, bagni, corridoi).
  • Rapporto aeroilluminante: il rapporto tra la superficie di calpestio e quella delle finestre non deve essere inferiore a 1/8, per garantire luminosità e ricambio d’aria sufficienti.

A questi si aggiungono altri interventi, che possono rivelarsi necessari nel caso di ristrutturazione del sottotetto:

  • Urbanizzazioni primarie (collegamento con acqua, gas, luce, fognatura), nel caso si voglia predisporre lo spazio per ospitare un bagno oppure una cucina;
  • Opere di isolamento termico per contenere i costi energetici;
  • Pavimentazioni e tinteggiature, per rendere gli spazi ancora più confortevoli.

 

Ristrutturazione mansarda costi e permessi

Quanto costa ristrutturare la mansarda? Dipende.

Se gli interventi da fare rientrano nell'ordinaria manutenzione (tinteggiare i muri, posare un nuovo pavimento o arredare gli ambienti) potresti fare gran parte dei lavori in autonomia, così da risparmiare sui costi.

Se invece c'è bisogno di realizzare opere murarie, per dividere gli spazi, o di aprire nuove finestre, allora hai bisogno di rivolgerti a dei professionisti, per la progettazione e per la realizzazione degli interventi.

Nell'ambito di una ristrutturazione, per migliorare un ambiente mansardato o per ricavare un nuovo ambiente vivibile nel sottotetto, puoi infatti decidere di aggiungere un foro o allargare un foro esistente.

Sostituire le finestre già esistenti sul tetto con modelli performanti ed efficienti permette di:

  • Beneficiare dei bonus fiscali come l'Ecobonus per la sostituzione degli infissi;
  • Dare luce e migliorare l'aerazione del sottotetto;
  • Avere il sole nelle mezze stagioni e rinfrescare l'ambiente in piena estate;
  • Migliorare l'isolamento termico e acustico aumentando il comfort.

Quali permessi servono, per la ristrutturazione mansarda?

Se non viene modificata la configurazione o la facciata dell'edificio, nessuno. Ciò significa che puoi sostituire i serramenti presenti, il pavimento e i rivestimenti in tutta tranquillità.

Se invece vuoi aprire un lucernario dove non c'era e modificare la destinazione d'uso della stanza, dovrai prima rivolgerti a un tecnico (geometra, ingegnere, architetto) per l'analisi della fattibilità del progetto e l'apertura di una pratica (SCIA - Segnalazione Certificata di Inizio Attività) al tuo Comune di residenza.

Ma andiamo con ordine. Se sei capitato su questa pagina è perché vuoi prima farti un'idea dei prezzi della ristrutturazione, giusto? Allora prova il nostro configuratore e scopri quanto costa installare una finestra Velux sul tetto.

compila il configuratore

Articolo realizzato in collaborazione con 

logo-VELUX

 

Scritto da Federico Mattei

Cresciuto a pane e edilizia. Dopo gli studi in economia e commercio sbarco nell’azienda di famiglia occupandomi di acquisti. Tutti i giorni ho la fortuna di poter valutare i migliori fornitori e scegliere i prodotti più adatti da proporre all'interno dei nostri punti vendita. Appassionato di ecologia e ambiente, mi piace osservare i progressi dell’edilizia verso un modo di costruire più efficiente e responsabile.

È stato interessante? Lasciaci un commento

Iscriviti
al nostro Blog!